L' essenzialità della poesia

Camfeed.it L' essenzialità della poesia Image

DESCRIZIONE

Leggi il libro di L' essenzialità della poesia direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di L' essenzialità della poesia in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su camfeed.it.

Niente è più essenziale della poesia, perché essa nella sua valenza magica riesce a esprimere, anche con una sola parola, concetti, affetti, desideri, sofferenze, delusioni, aspettative in numero incalcolabile. La missione del poeta assume un carattere sacro, perché tutto ciò che comunica parte dal di dentro, dalla sua interiorità, dal suo potere evocativo capace di enucleare la parte essenziale di un'infinità di immagini e di sensazioni che distrattamente si perderebbero nel vago o nell'indifferenza comune. In questa raccolta di liriche sbocciate nel corso di un anno intero vengono offerte all'attenzione del lettore varie riflessioni che emergono dalle tematiche trattate. L'essenzialità non è segno di pochezza ma di concentrazione di beni e di virtù di cui si fregia la poesia. In questo piccolo volume sono contenuti quadretti di vita urbana, di fenomeni naturali che vanno dal sorgere dell'alba al tramonto del sole, di riflessioni personali dettate dalle vicende internazionali spesso non belle per via di terremoti, inondazioni, guerre e povertà.

SCARICARE
LEGGI ONLINE

Poesia: Sinonimi e contrari di poesia - Dizionario dei ...

Per Ungaretti arrivare all'essenzialità della parola non fu un percorso immediato. Le sue prime pubblicazioni furono tra il febbraio e il maggio del 1915 quando, sotto le richieste di Palazzeschi, Papini e Soffici, pubblicò in Lacerba, rivista futurista fiorentina, le prime quattro poesie prosastiche intitolate Il paesaggio d'Alessandria d'Egitto, Cresima, Le suppliche e Sbadiglio.

NOME DEL FILE L' essenzialità della poesia.pdf
DIMENSIONE 3,59 MB
ISBN 9788831660532
AUTORE Pietrino Pischedda
DATA 2020

Ungaretti, Giuseppe - Pensiero e testi - Skuola.net

Quasìmodo -ʃ- (propriam. Quasimòdo), Salvatore. - Poeta italiano (Modica 1901 - Napoli 1968). Premio Nobel per la letteratura (1959). Formatosi nel gusto della poesia ermetica fra Ungaretti e Montale, più vicino a quello per l'essenzialità quasi epigrammatica dell'espressione, per l'altezza del tono, più affine a questo per le soluzioni paesistiche del suo analogismo, Quasimodo ...

LIBRI CORRELATI